Modalità:  
sabato 25 ottobre 2014    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
     
 
   JAZZ BLOG Riduci
parla3s.gif

sono disponibile a ricevere domande o pareri di vario genere, possibilmente sul... jazz.
Per aggiungere un parere fate clic su -Commenti-, scrivete nello spazio e per inviare fate clic su -Aggiungi commento-.
 
 
     
     
 
   Blog_Archivio Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   Indice dei Blog Riduci
 
 
     
     
 
   Blog_List Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   View_Blog Riduci
Da 1455845@aruba.it il 26/10/2006 11.38

ho notato che una mia ex allieva, ormai una cantante preparata ed attiva, usa il suo vero nome quando canta classico ed un 'nickname' quando canta jazz... e mi è venuto in mente un grande clarinettista Bill Smith, che quando suonava musica da camera classica, si firmava William O. Smith... Bill Smith era la prima scelta di Dave Brubeck per sostituire Paul Desmond, e posseggo una incisione deliziosa di Smith con Jim Hall, Monty Budwig e Shelly Manne che improvvisano su temi folk... se a questo si aggiunge che Smith era ambasciatore americano a Roma... la domanda spontanea è la seguente: ma come fanno ad avere tutto questo tempo libero gli ambasciatori?...

Da 1455845@aruba.it il 12/10/2006 2.13

è divertente come nel jazz viene accolto male un polistrumentista... in realtà, chiunque deve suonare almeno un paio di strumenti per completare la propria preparazione musicale...a questo proposito erano divertenti le lezioni di piano di phil woods su una rivista francese, dove il sassofonista perorava la necessità di conoscere il pianoforte per qualsiasi strumentista non pianista... del resto basta pensare al pianismo di charlie mingus o di john surman, per rendersi conto di quanto sia importante sapere suonare il pianoforte per una perfetta conoscenza armonica... ma il polistrumentista è qualcuno che vuole esprimersi con vari mezzi, in vari contesti... e ciò scatena la gelosia dei suoi colleghi (che ci sarebbe comunque, anche suonando un solo strumento...)... assumendo una veste di arte varia... essendo un cantante, pianista e vibrafonista, posso testimoniare che i cantanti non capiscono perchè io voglia cantare visto che suono il pianoforte... i pianisti non capiscono perchè voglia suonare il pianoforte visto che canto e suono il vibrafono... ed i vibrafonisti sono arrabbiati perchè invado il loro campo mentre potrei cantare e suonare il pianoforte... guerre fra poveri... bisogna capirle... by the way, il mio polistrumentista preferito è il canadese don thompson: contrabbassista, vibrafonista e pianista eccellente... vale la pena di raccontare come l'ho conosciuto... stavamo ascoltando il trio di jim hall al teatro olimpico e ci chiedavamo chi avrebbe suonato il pianoforte messo davanti nel palco... poco dopo, il batterista uscì e don thompson che aveva fino ad allora suonato magnificamente il contrabbasso, passò al pianoforte e con jim hall suonarono i brani incisi da hall con bill evans... poi ho comprato un suo disco di vibrafono... semplicemente eccellente...