Modalità:  
giovedì 24 gennaio 2019    Registrazione  •  Login
 
   
 
   
   
   
 
 
     
 
   JAZZ BLOG Riduci
parla3s.gif

sono disponibile a ricevere domande o pareri di vario genere, possibilmente sul... jazz.
Per aggiungere un parere fate clic su -Commenti-, scrivete nello spazio e per inviare fate clic su -Aggiungi commento-.
 
 
     
     
 
   Blog_Archivio Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   Indice dei Blog Riduci
 
 
     
     
 
   Blog_List Riduci
 
Stampa    
     
     
 
   View_Blog Riduci
Da 1455845@aruba.it il 25/06/2008 16.21

essere mitomani a 15 anni è giusto e comprensibile,  da 20 anni in poi essere mitomani significa essere
perfettamente imbecilli.   In una classe di conservatorio, che è sicuramente un uditorio selezionato, anche dopo la riforma di letizia moratti, notai sorpresa quando riportai cose che sanno tutti in gran bretagna. e cioè che in  molte incisioni dei beatles  non è ringo starr il batterista, ma bernard purdie; che il pianista è sempre billy preston e che gli assoli di chitarra spesso non sono di george harrison, ad esempio, quello di "something" è di eric clapton; mentre george martin non è il produttore, ma l'arrangiatore ed orchestratore. t.s. eliot sosteneva che l'essere umano non può sopportare troppo realtà... e forse per questo va avanti a miti... tornando a noi, ornette coleman non sa suonare il violino... quello che tenta di fare è simile a ciò che ha tentato keith jarrett in "spirits" con il sassofono ed altri strumenti: fare musica senza tecnica strumentale..... in arte il procedimento risale alla pittura, cioè dipingere senza tecnica pittorica, ad esempio facendo colare liberamente la pittura sulla tela, e dalla pittura esce il termine naif... intellettualmente la cosa può interessare, come interessa qualsiasi tentativo di musica aleatoria, ma questo non cambia lo stato delle cose:
ornette è un grande del jazz, ma non sa suonare il violino.punto.

Da 1455845@aruba.it il 07/06/2008 9.46

ieri ho ascoltato un concerto jazz nella palestra di una scuola. L'acustica era semplicemente offensiva ed il fonico un incompetente. E questo è nella normalità, poi c'era una buona sezione ritmica, mentre due degli strumentisti a fiato erano la dimostrazione che, in italia, i sassofonieri ed i trombettieri non sanno nulla di armonia. Mi sono chiesto spesso come mai i sassofonieri ed i trombettieri possano fare una carriera senza sapere cosa sia una progressione armonica. Forse è la mancanza di visualità dei loro strumenti: alla batteria, contrabbasso, chitarra, pianoforte, violino eccetera, si vede che non sai suonare. Per questo ai vari cocciante, dalla, conte, cutugno nascondono la tastiera: per non fare vedere il loro approccio elementare. Per questa stessa ragione si è riusciti a fare smettere di suonare il violino ad ornette coleman, fermo restando che quest'ultimo ha idee melodiche di tipo superiore anche se è un naif. Ho conosciuto chet baker, è vero che leggeva poco e male, ma se si sedeva al pianoforte, poteva eseguire la progressione armonica di centinaia di standards a memoria. Vorrei sapere quanti sassofonieri e trombettieri italiani saprebbero farlo anche solo per una ventina di brani.